Facebook Twitter
gurmeclub.com

Storia Del Frutto Del Noni

Pubblicato il Ottobre 5, 2021 da Rocco Therien

Le culture tradizionali hanno usato la frutta, la corteccia, le foglie e le radici di non I frutta. Lo hanno usato come cibo, farmaci e coloranti. L'albero NONI è originario del sud -est asiatico, ma cresce anche nelle vicinanze dell'India e nelle Isole del Pacifico e fino a Nuova Zelanda, Australia e Sud America.

Si dice che gli isolani polinesiani abbiano coltivato per la prima volta e addomesticato l'albero NONI oltre 2000 anni fa. Hanno usato il frutto e le foglie come farmaco topico, applicandolo a steli, lesioni e altre malattie della pelle.

Varie culture diverse hanno usato il frutto come cibo per la carestia, mangime per il bestiame, medicina topica e interna e colorante. Le persone in Cina, Giappone e Hawaii hanno utilizzato in medicina per curare la febbre, oltre a problemi con pelle, occhi, gengive, gola, stomaco, digestione e respirazione. In Malesia e nelle Filippine, le foglie sono usate per alleviare la nausea, la tosse, le coliche e l'artrite. In Indonesia, il frutto veniva consumato per asma, lumbago e dissenteria.

L'albero non I, e più in particolare il suo frutto, è stato scientificamente studiato per decenni. Nel 1972, una scienziata chiamata Maria Stewart riferì che i nativi hawaiani risolvono molti dei loro problemi medici bevendo succo di frutta non I. Un professore dell'Università delle Hawaii ha chiamato R.M. Heinicke si aggrappò all'idea e iniziò uno studio di 20 anni sulle proprietà di non I frutta. Negli anni '90, quando dichiarò la presenza di una molecola sconosciuta responsabile del valore della salute di Noni, le persone iniziarono a prestare maggiore attenzione al frutto. Una società di marketing a più livelli di nome Morinda ha iniziato a commercializzare prodotti realizzati con Noni Fruit. Da quel momento, la domanda di frutta è migliorata drasticamente.